Non parliamo di misure femminili, argomento che meriterebbe una ben più ampia e approfondita analisi, bensi delle famigerate ricevute del PCT.

Si tratta di 4 ricevute: Accettazione, Consegna, Esito Controlli (la terza) e Avvenuta Consegna (la quarta).

Diciamo subito che il depositato, ovvero la data del deposito stesso, è la consegna che è automatica e arriva, generalmente,  pochi secondi dopo l’invio.

Dove invece c’è più confusione è la terza ricevuta: si sente spesso dire che se è positiva il deposito è di fatto andato a buon fine.

Cattura

Questa diffusa convinzione non è del tutto corretta, se è ragionevolmente vero per gli atti endoprocessuali, o meglio quelli in cui si è già costituiti, non vale invece granché per quanto riguarda le iscrizioni e le costituzioni. Il movito è semplice: i controlli automatici fanno una serie di verifiche “formali”, ovvero che il soggetto depositante sia accreditato, che le firme sono valide e via dicendo, nel caso di atti successivi viene anche controllato che il mittente sia correttamente associato al fascicolo, quindi un esito controlli positivo in questo caso dà una certa tranquillità

Lo stesso non avviene nel caso di iscrizioni e costituzioni. In questo caso se si è sbagliato R.G. , Ufficio giudiziario o Registro, la terza ricevuta sarà comunque positiva, proprio perché non esistendo il fascicolo (o non venendo effettuato il controllo nel caso di costituzioni ) nulla impedice di Iscrivere a Ruolo a Napoli invece che a Roma. Dal che discendono alcune considerazioni:

1) Le terze e quarte ricevute vanno sempre aperte e ne va letto il contenuto

2) Verificare il mittente delle stesse

3) In caso di dubbi non si può ovviamente aprire il contenuto della busta, ma è possibile verificare il contenuto del deposito come spiegato qui

Come tutti sapete fino al 30/7/2020 vige l’obbligo di deposito telematico di tutti gli atti, compresi quindi Iscrizioni a Ruolo e Costituzioni.