Depositare Atti successivi con SLpct è un’operazione molto semplice e veloce, in quanto i dati richiesti sono ridotti al minimo. Il vero motivo di ansia, soprattutto visti i soventi ritardi delle ricevute dell’Esito dei controlli Automatici (anche dette terza PEC), riguarda la possibilità di aver sbagliato qualche dato in fase di creazione del deposito, quali ad esempio il numero di ruolo, l’ufficio giudiziario o il Registro.

Utilizzando SLpw (ricordo che si tratta di un modulo a pagamento) è possibile evitare questo tipo di errori, basterà infatti selezionare il fascicolo in cui effettuare il deposito e cliccare il tasto SLpct

dep01

Sarà quindi richiamato il redattore con già inseriti i dati del deposito stesso evitando quindi qualsiasi possibilità di errore. Verrà selezionato di default Istanza Generica che sarà modificabile, lo stesso vale per il nome busta.

dep02

dep03

Ricordo che è possibile provare gratuitamente per 15 giorni SLpw  previa registrazione. Per chi fosse interessato all’acquisto è disponibile il codice sconto SLPCT_FB che dà diritto ad una riduzione di 10 euro sul costo.  Quella descritta in questo articolo è solo una delle tante funzioni aggiuntive