Ormai dovrebbe essere noto ai più il fatto che il file Atto.enc non è apribile se non dalla cancelleria dell’Ufficio giudiziario di destinazione, si tratta infatti di un file criptato, per tale ragione evitate assolutamente di cercare in rete software per aprirlo, nella migliore delle ipotesi installerete qualcosa di inutile e più probabilmente si tratterà di software dannoso.

E’ possibile però con SLpct riaprire una busta come segue:
1) Avviare  normalmente SLpct;

2) Cliccare  sul pulsante “Apri” posizionato a destra in alto (accanto alla voce “Identificativo busta”)

apri_01

3) Andare in “C:\Users\<nomeutente>\Documents\SLpct\<codicefiscale>\<nome cartella>\<nome identificativo busta>”.

4) Selezionare il file “DatiAtto.xml” e cliccare su “Apri”.

apri_02

5) a questo punto in SLpct sarà possibile vedere, andando avanti, tutti i dati inseriti e, in fondo, si potrà visualizzare l’atto principale e gli eventuali allegati

apri_03

L’istruzione al punto 3 vale per sistema operativo Windows. Per chi ha Mac si può ritrovare il file “DatiAtto.xml” andando sul Finder, cliccando sul menu alla voce “Vai” e poi sulla sottovoce “Inizio”; qui vedrà la cartella SLpct, dentro si troverà la directory con anno, codice fiscale e via dicendo.

Ad ogni modo cliccando dal menù File/Impostazioni è possibile vedere indipendentemente dal sistema operativo utilizzato, il percorso in cui vengono salvate tutte le buste. Come si può notare in questo caso è stato modificato quello di default. In quel percorso trovate anche tutte le cartelle con i relativi documenti firmati  utilizzati per il deposito, oltre al DatiAtto.xml e l’eventuale NIR.

Si consiglia vivamente di NON utilizzare dette cartelle per il normale salvataggio dei propri fascicoli e documenti, proprio al fine di mantenere integra la possibilità di recuperare in qualsiai momento i dati dei depositi effettuati

apri_04

Annunci