SLpw: Archivio Giurisprudenziale

Con la nuova versione di SLpw è disponibile la consultazione dell’archivio giurisprudenziale messo a disposizione del Ministero: attraverso questa funzionalità è possibile consultare le sentenze e/o le ordinanze e/o i verbali (solo SICID).

Per effettuare questa consultazione è necessario selezionare l’apposito tab e cliccare sul pulsante in basso a sinistra Trova:

giuri01

Se il PIN della smart card non è stato inserito precedentemente, il programma ne richiederà l’inserimento in questo momento. Una volta inserito correttamente il PIN, si aprirà la seguente finestra di ricerca:

giuri02

Nella finestra di ricerca è necessario inserire i parametri di ricerca: i primi 3 parametri in alto (Ruolo, Ufficio e Registro) sono obbligatori; tutti gli altri sono opzionali.
Una volta inseriti i parametri di ricerca cliccare sul pulsante Esegui Ricerca.
Verranno quindi visualizzati i dati ricercati. E’ quindi ad esempio possibile selezionare tutte le sentenze della Corte d’Appello di Roma del 2017.

giuri03

Il filtro Parola chiave evidenziato in immagine permette di cercare tutti i documenti contenenti nel testo la parola o la stringa inserita come filtro, è possibile effettuare ricerche anche più complesse “giocando” su questo filtro come segue:
1) inserendo tra le parole l’operatore AND verranno estratti tutti i documenti contenenti nel testo tutte le parole inserite;
2) inserendo tra le parole l’operatore OR verranno estratti tutti i documenti contenenti nel testo o una parola o l’altra;
3) inserendo davanti ad una parola l’operatore NOT verranno estratti tutti i documenti non contenenti nel testo quella determinata parola;
4) il carattere jolly % sostituisce una stringa alfanumerica di qualunque lunghezza, da 0 ad n caratteri;
5) il carattere _ (trattino basso) sostituisce un qualunque singolo carattere alfanumerico.

giuri04

Una volta estratti i documenti richiesti, sarà possibile visualizzarne il contenuto cliccando sul pulsante in basso “Visualizza documento” oppure facendo doppio click sull’icona posizionata a sinistra sulla griglia come evidenziato nell’immagine:

giuri05

Una volta estratti i documenti richiesti, sarà possibile salvarli cliccando sul pulsante in basso “Salva documento”:

giuri06

Si ricorda che SLpw NON è gratuito, ma è possibile ottenere un codice sconto contattando direttamente questa pagina. La licenza è legata al Codice Fiscale dell’utilizzatore, quindi è utilizzabile da qualsiasi computer senza limiti nel di numero di installazioni.

Il presente articolo è  estratto dal manuale ufficiale di SLpw

Annunci

Atto Costituzione Nuovo Avvocato

Nell’ultima versione degli schemi è previsto il tipo atto Atto di costituzione nuovo avvocato – (AttoCostituzioneNuovoAvvocato) . Tale tipologia verrà utilizzata nei casi in cui il procedimento è già in corso con le parti già costituite e la variazione riguarda solo l’avvocato, vuoi in caso di sostituzione di un precedente procuratore, vuoi per una nuova aggiunta.

Clipboard00

La compilazione è quanto mai semplice, l’unico problema riguarda un campo obbligatorio previsto da questo schema, ovvero al passaggio 5 del redattore Domanda che risulta essere erroneamente (?) obbligatorio in questo caso.

Clipboard01

Sarà quindi necessario effettuare il copia incolla delle conclusioni contenute nell’atto o nell’istanza, utilizzando i comandi Ctrl+C (copia) e Ctrl+V (incolla) in quanto con SLpct il tasto destro del mouse non è abilitato. Si consiglia di evitare in questo campo i caratteri non UTF (ad esempio le accentate) dato che potrebbero creare problemi nell’XML. Verrà fatta al più presto una segnalazione al DGSIA al riguardo.

Si ringrazia l’avv. Roberto Arcella per la collaborazione

Aggiornamento per Windows KB4056894

Sono stati rilevati problemi con l’installazione dell’aggiornamento KB4056894 su PC obsoleti (8-10 anni) con processori AMD. Esiste il concreto rischio di crash del sistema al riavvio e il problema non è di facile soluzione.

Di seguito la lista dei processori che risultano al momento affetti

  • AMD Athlon X2 6000+
  • AMD Athlon X2 4800+
  • AMD Athlon X2 4600+
  • AMD Athlon X2 BE-2400
  • AMD Opteron 285
  • AMD Turion X

Si consiglia vivamente di non applicare questo aggiornamento su detti PC fintanto che Microsoft non risolve il problema.

Clipboard02

Opposizione a Precetto in materia lavoro (artt. 615 618 bis cpc)

Si tratta di un atto introduttivo che va presentato di fronte al giudice del lavoro. Sarà quindi necessario selezionare come tipo di atto Ricorso (Ricorso) non essendo presente la citazione in questo Registro.

precett01

Anche gli oggetti spefici relativi all’opposizione sono presenti solo nel registro Contenzioso civile, quindi si selezionerà necessariamente Altre ipotesi per la materia del ricorso stesso, come visibile nelle due immagini di esempio.

precett02

precett03

Quesiti e risposte: come si deposita con SLpct un ricorso ex art. 669 duodecies c.p.c.?

Avvocati Telematici

D: come si deposita con SLpct un ricorso ex art. 669 duodecies c.p.c.?

R: Occorre selezionare lo schema atto “Ricorso Generico in Corso di Causa” (Ricorso):

1.JPG

Si deve quindi abilitare la scelta nella seconda maschera e selezionare “Richiesta fissazione Modalità Provvedimento”, come da esempio che segue:

2.JPG

ed indicare quindi nella terza maschera gli estremi del fascicolo cautelare cui ci si riferisce:

3

All’esito dell’accettazione, si aprirà nel fascicolo cautelare un evento ed un fascicolo come subprocedimento.

View original post

Come depositare foto nel PCT e nel PAT

Si presenta spesso la necessità di depositare delle fotografie nei depositi telematici, ovvero dei file in formato jpg. Si tratta di un formato ammesso, sarebbe quindi possibile procedere direttamente all’allegazione senza alcuna necessità di trasformazione. Ci sono però alcune considerazioni da fare: 1) Le cancellerie poco gradiscono formati che non siano .pdf per le difficoltà che possono avere nell’aprire formati non “standard” 2) Le foto fatte con i telefonini moderni sono quasi sempre a risoluzione elevata, con la conseguenza che le dimensioni delle stesse sono notevoli 3) Se le foto sono in un certo numero allegarle una alla volta è scomodo e macchinoso, e creare uno .zip ci riporta al punto 1, oltre a non ridurre affatto le dimensioni.

Supponiamo ad esempio di dover depositare queste 4 foto

foto_01

Come si vede le dimensioni totali superano abbondantemente i 5 Mb pur essendo normalissime foto, ma gli attuali smartphone e macchine fotografiche creano in realtà file di dimensioni due o tre volte superiori.

A mio avviso la cosa più semplice e indolore è inserire dette foto all’interno di un documento word, si tratta di un’operazione molto semplice (nell’esempio si tratta di Word 2007, ma la procuedure è simile anche per le versioni più recenti)

foto_02

Tramite l’utilizzo dei tasti Ctrl o Shift sarà possibile selezionare con un colpo solo tutte le foto da inserire ottenendo un risultato simile.

foto_03

Al termine basterà salvare in pdf il documento così ottenuto

foto_04

I vantaggi di questa operazione sono molteplici:

  • E’ possibile aggiungere delle descrizioni alle singole immagini, rendendo più semplice la consultazione
  • Alla fine otterremo un documento in formato .pdf, evitando quindi qualsiasi problema di lettura
  • Non ultimo, come visibile nell’ immagine di seguito, il documento ottenuto sarà di dimensioni molto ridotte rispetto alle singole foto (in questo caso 800 kb invece di oltre 5 Mb )

foto_05

Aggiornamenti certificati

Dopo l’aggiornamento di SLpct alla versione 1.8.0 ci sono state varie segnalazioni riguardo la mancanza di alcuni Tribunali o CdA nella lista degli uffici giudiziari. In questi casi la prima operazione da effettuare è provare a riaggiornare i certificati come visibile nell’immagine seguente

Clipboard02

Se tale operazione dovesse impiegare troppo tempo ed andare in time out si può provare dal menù File/Impostazioni di SLpct a mettere la spunta sulla voce “Scarica aggiornamenti da connessione non sicura” e ripetere l’operazione (una delle novità dell’ultima versione).

Clipboard01

Al termine sarà in ogni caso necessario riavviare SLpct per caricare tutti i certificati

In ultimo: si raccomanda di effetturare sempre gli aggiornamenti alla nuova versione

Nuova versione SLpct 1.8.0

Da lunedì 20 novembre sarà disponibile la nuova versione di SLpct, la 1.8.0, contenente le seguenti implementazioni:

– Aggiunto supporto per la firma grafica PADES.
– Migliorato JCEPFInst per supportare JRE 8_151 (e probabilmente anche le successive versioni di java): pertanto è stato risolto l’errore che si è presentato di recente a seguito dell’aggiornamento di Java.
– Allegato ricevuta di pagamento telematica: adesso deve essere mantenuta l’estensione .p7m .
– Tutti gli applicativi sono stati firmati da Evoluzioni Software per migliorare le sicurezze e i controlli dell’antivirus.
– Nell’atto RicorsoDecretoIngiuntivo impostata dicitura piu’ chiara al campo relativo all’importo richiesto.
– Aggiunti protocolli https per migliorare le sicurezze ed i controlli antivirus. Da File/Impostazioni è possibile disabilitare il download in https in caso di problemi di SSL.

Per il download si consiglia vivamente di utilizzare ESCLUSIVAMENTE il link ufficiale

Configurazione della Firma interna in Mac per SLpct

Per il funzionamento della firma “interna” in Mac Os è necessario individuare il corretto percorso della .dylib associata al proprio dispositivo di firma digitale.
I percorsi presenti in SLpct nel menu a tendina sono infatti solo alcuni proposti ma non esauriscono tutte le possibilità; il programma ne propone solo alcuni perchè, in base al dispositivo di firma, il file di libreria può essere localizzato in percorsi diversi.
Si dovrà quindi in primo luogo individuare con il Finder dove si trova questo file di libreria: si tratta di un file che inizia con libbit4 e che ha estensione .dylib: in genere si chiama libbit4xpki.dylib ma potrebbe anche esserci una i oppure una o dopo il 4.

Se il dispositivo di firma è una chiavetta con memoria di massa molto probabilmente il file è presente nel dispositivo stesso. Si provi a cercare il file nel programma di firma presente sulla chiavetta: cerchi il nome del programma di firma (tipo Dike,ArubaSign, FirmaCerta o altro), ci si clicchi sopra con tasto destro del mouse e si selezioni la voce “Mosta contenuto pacchetto”; qui dovrebbe trovarsi la cartella Contents; dentro questa cartella il file “libbit4…” potrebbe essere nella cartella Resources oppure in una cartella che si chiama p11 o anche in un’altra.
Una volta individuato il file si riporti in SLpct il percorso preciso facendo attenzione a rispettare le maiuscole e le minuscole.

Se il file di libreria si trova nella chiavetta il percorso dovrebbe iniziare con la dicitura /Volumes seguita dal nome della chiavetta e poi dal nome del programma di firma aggiungendo .app come segue per esempio:

/Volumes/BUSINESSKEY/Dike.app/Contents/p11/libbit4xpki.dylib

/Volumes/BUSINESSKEY/Dike.app/Resources/p11/libbit4xpki.dylib

Se il file di libreria si trova nel Mac il percorso inizia con la dicitura /Applications seguita dal nome del programma di firma aggiungendo .app come segue per esempio:

/Applications /Dike.app/Contents/p11/libbit4xpki.dylib

/Applications /Dike.app/Contents/Resources/libbit4xpki.dylib

Una volta trovato dove si trova il file andrà riportato nel campo sopra il PIN il percorso preciso facendo attenzione a maiuscole e minuscole.

Configurazione_Mac1

Alla scoperta dell’archivio di giurisprudenza di merito di SLpw: gli operatori logici booleani

Avvocati Telematici

E’ noto che tra i servizi messi a disposizione dal Ministero della Giustizia si annovera quello dell’archivio della giurisprudenza di merito, che raccoglie il testo integrale dei provvedimenti che i Magistrati ritengono meritevoli di pubblicazione e contrassegnano, pertanto, con l’apposito flag all’atto del relativo deposito telematico.  Nelle intenzioni, tale servizio – disponibile ovviamente soltanto previa autenticazione con certificato digitale – è destinato a consentire agli operatori la previa conoscenza degli orientamenti dei vari uffici giudiziari in funzione deflattiva dei giudizi.

SLpw di Evoluzioni Software consente oggi di accedere anche a tale servizio.

Le modalità d’uso sono piuttosto intuitive e sono descritte nelle maschere che seguono.

Va anzitutto inserita la smart card nell’apposito lettore o il token contenente i certificati di firma e di autenticazione nel pc in uso. Dalla maschera principale si accede all’apposita funzione cliccando su “Archivio Giurisprudenziale“:

1.jpg

Selezionato il “ruolo: Avvocato-Delegato” e l’Ufficio giudiziario, non resta…

View original post 214 altre parole