Documento XML non valido: L'elemento 'at:codiceFiscale' non deve avere attributi., sono necessarie verifiche tecniche da parte dell'ufficio ricevente

Nel caso non si sia installata la versione aggiornata di SLpct, (attualmente la 1.7.0) , è molto probabile che si riceverà questo errore nella terza ricevuta (Esito Controlli Automatici) quando si deposita una Comparsa di Costituzione.

Fortunatamente non si tratta di un errore FATAL, dunque è acquisibile dalla Cancelleria ma il consiglio è di utilizzare sempre l’ultima versione disponibile del redattore per evitare inconvenienti.

Per verificare la versione utilizzata è sufficiente avviare il programma e leggere quanto riportato in alto a sinistra della finestra

versione

Il redattore avvisa quando sono presenti nuove versioni, ma è comunque possibile scaricare l’ultima versione dal sito ufficiale. Al termine eseguire anche l’aggiornamento degli uffici giudiziari

 

Annunci

Aumentare le dimensioni della finestra di SLpct – Windows 10

Già da un po’ di tempo con l’avvento degli schermi con risoluzioni elevate (cosidetti 4K), si è presentato il problema delle dimensioni della schermata di SLpct che risultava a volte minuscola, delle dimensioni di un francobollo per intenderci, rendendone in pratica quasi impossibile l’utilizzo.

Con l’ultimo aggiornamento di Windows 10: 2017-06 Aggiornamento per Windows 10 Version 1703 per sistemi basati su x64 (KB4022405) è ora possibile ridimensionare in maniera molto semplice la schermata di SLpct, vediamo come procedere:

Posizionarsi nella directory di installazione del redattore, quella di default è C:\Program Files (x86)\Evoluzioni Software\SLpct , selezionare l’eseguibile SLpct.exe e col tasto destro del mouse cliccare su proprietà nel menù a tendina

ris03

Selezionare la casella in alto Compatibilità, e da lì mettere la spunta su Esegui l’override del comportamento di ridimensionamento per valori di DPI alti e dal menù a tendina sottostante selezionare Sistema.

ris04

Al termine dell’operazione avviando Slpct la finestra apparirà di dimensioni normali come visibile dall’immagine sottostante. Perché quest’operazione abbia esito positivo è necessario che sia installato, come detto, Aggiornamento per Windows 10 Version 1703 per sistemi basati su x64 (KB4022405)

Si ringrazia l’Avv. Roberto Arcella per il fondamentale contributo.

Clipboard

 

Opposizione art. 615 e 617 comma 2 (con RG)

L’argomento era stato già trattato in precedente articolo che resta valido nel caso non sia ancora statto iscritto il pignoramento e quindi non sia disponibile il numero di ruolo.

Quando invece sia disponibile il numero di ruolo, i nuovi schemi  hanno previsto un tipo di atto specifico Atto di Opposizione – (Opposizione) disponibile in SLpct 1.7.0 che andrà utilizzato invece di Atto di costituzione avvocato (AttoCostituzioneAvvocato).

La procedura è molto semplice, si riportano a titolo esemplificativo le videate più rilevanti.

oppo_01

oppo_02

 

oppo_03

da notare come ora sia possibile specificare il tipo di opposizione

oppo_04

oppo_05

 

 

Accedere a pst.giustizia.it con Microsoft Edge per Windows 10? Si può: guida per l’autenticazione con certificati su smart card o chiavetta

La stessa procedura è valida anche per Accesso Giustizia, altrimenti detto Quadra.

Avvocati Telematici

Col sistema operativo Windows 10, Microsoft ha introdotto Edge, un nuovo browser internet destinato a soppiantare Ms Internet Explorer (pur tuttavia ancora preinstallato) e ricco di molte nuove funzionalità rispetto al suo predecessore.

Già da subito, però, i primi utilizzatori di Windows 10 hanno riscontrato un limite di Edge rispetto a  Internet Explorer ed a Chrome di Google, dacché col nuovo browser non è possibile (senza gli accorgimenti di cui si dirà nel prosieguo) autenticarsi sui siti dei PdA del processo civile telematico (pst.giustizia.it, accessogiustizia.it, etc), così come a qualsivoglia sito che richiede l’autenticazione con certificati elettronici contenuti i smart card.

Tale limitazione è ancora presente nelle versioni di Windows 10: al problema può tyuttavia ovviarsi in  due modalità alternative: 1) Configurazione di Windows senza necessità di installare software alcuno e 2) Installazione di un software di terze parti.

Modalita’ n. 1: configurazione di Ms Windows 10

View original post 433 altre parole

SLpct versione 1.7.0

– Aggiunto supporto per modifiche schemi xsd di luglio 2017
– La nota di iscrizione a ruolo riporta ora tutte le righe dei dati catastali di un singolo bene immobile
– Nella Volontaria Giurisdizione negli atti introduttivi è stata tolta l’obbligatorietà dell’inserimento del mittente della busta
tra gli avvocati del procedimento.

Download

Salvare in .eml dalla nuova Webmail Legalmail (Ordine di Roma)

E’ stata profondamente modificata l’interfaccia delle caselle di posta certificata Legalmail ed è cambiata anche la modalità per salvare le ricevute di accettazione e consegna (qualsiasi messaggio PEC in realtà) in formato .eml necessario per il deposito delle prove di notifica.

Per procedere al salvataggio è innanzitutto necessario selezionare la PEC desiderata. Nel riquadro a destra apparirà l’anteprima della stessa, vicino all’oggetto  è presente un simbolo contenente una freccia verso il basso, come visibile nellimmagine seguente.

PEC_ROMA01

Successivamente sarà necessario salvare la stessa (NON selezionare apri)

PEC_ROMA02

Infine sarà sufficiente selezionare la cartella di destinazione.

ATTENZIONE! l’email così salvata avrà sempre il nome postacert.eml sarà ovviamente possibile (anzi necessario) rinominarla, facendo però attenzione a non modificare l’estensione .eml

PEC_ROMA03

 

Problemi con Invia Deposito su Windows 7

Negli ultimi giorni sono stati segnalati dei problemi con il pulsante Invia deposito su PC con installato Windows 7 (tutte le versioni) e Thunderbird.

18816329_10209771762317932_924605734_n

Il problema non riguarda in realtà solo SLpct ma anche l’opzione “Invia a destinatario di posta” disponibile dal menù a tendina richiamabile col testo del mouse. Anche se non è chiara la causa, sta avvenendo a macchia di leopardo e riguarda parecchi utenti.

Il problema si risolve installando questo Update dal sito Microsoft. Sarà necessario selezionare la corretta versione per il proprio sistema operativo a 32 o 64 bit. Non è necessario il riavvio.

Se la patch non si dovesse riuscire ad installare, sarà necessario eseguire preventivamente gli aggiornamenti da Windows Update.

Si ringrazia per la soluzione lo staff di ThunderPec , Lorenzo Pescatore e naturalmente Evoluzioni Software.

L’open source è in primo luogo collaborazione.

NOVITA’ SERVIZI DI CONSULTAZIONE PST.GIUSTIZIA.IT

Avvocati Telematici

Fonte: DGSIA

Successivamente al 19 giugno 2017 saranno apportate alcune modifiche al sistema di consultazione del PCT, con particolare riferimento al registro della Volontaria Giurisdizione.

Sarà infatti estesa la visibilità di dati e atti  ai soggetti coinvolti in questa tipologia di procedure.

Attualmente i soli soggetti che hanno visibilità dei fascicoli di Volontaria Giurisdizione, a prescindere dall’oggetto, sono le parti costituite (Ricorrenti/Istanti, Resistenti, Intervenuti, Chiamati in causa) nel fascicolo e i loro difensori.

Con l’intervento in parola sarà possibile l’accesso alla consultazione dei fascicoli di Volontaria Giurisdizione anche per i seguenti soggetti:

Curatore/Tutore/Protutore/Amministratore di sostegno (ruolo “TUT”)

Notaio/Ufficiale (ruolo “NOT“)

Ispettore Giudiziario/Ausiliario del Giudice/Curatore eredità giacente (ruolo “AUS“)

C.T.U. (Consulente Tecnico di Ufficio)/Esperto/Perito (ruolo “CTU“)

Si sottolinea la scelta della sigla “AUS” che vale anche per il Curatore dell’eredità giacente, per distinguerla da quella del Curatore Fallimentare (“CUR”).

Per tali soggetti, la…

View original post 106 altre parole